+39 0362 245588   info@palmerviaggi.it
Seguici sui Nostri Social:  

Michela & Carlo (…e Leone)

Finalmente sposi!
Matrimonio: 30/10/2015
Palazzo Reale Milano
Viaggio di Nozze: Mauritius dal 31/10/2015 al 16/11/2015

Finiti i festeggiamenti delle nozze, un volo Emirates ci porterà fino a Mauritius, un’isola vulcanica lunga 58 km da nord a sud e larga 47 da est a ovest, per un totale di 1865 kmq (2040 con Rodrigues e gli isolotti).
Sorge nell’Oceano Indiano poco a nord del Tropico del Capricorno a circa 3860 km a sud-ovest dell’India, 2000 km dalla costa orientale dell’Africa, 800 km a est del Madagascar, e a 200 km a nord-est di Réunion, l’isola più vicina.
Oltre all’isola principale, il paese comprende l’isola abitata di Rodrigues, circa 560 km a nord-est, e alcuni isolotti corallini come Cargados Carajos e Algalega.
Mauritius e le sue dipendenze fanno parte delle Mascarene assieme a Réunion (che con Tromelin appartiene all’Africa Francese).

L’immagine di un rosso tramonto tropicale o di una candida spiaggia lambita da una placida laguna turchese non rende completamente giustizia alla varietà geografica e paesaggistica che Mauritius ci potrà offrire.

La costa nord dell’isola si caratterizza per la bellezza delle spiagge bianche, circondate e protette dalla barriera corallina, piccolo paradiso per le persone come noi in cerca di riposo e tranquillità.

Quando invece avremo bisogno di un clima più mondano, ecco che si schiuderanno le porte degli innumerevoli locali che si susseguono lungo il litorale e che hanno guadagnato dalla regione la fame di Saint Tropez mauriziana.
Per completare le bellezze del nord, visiteremo inoltre gli splendidi giardini di Pamplemousses, famosi in tutto l’Oceano Indiano fin dal ‘700 e meta di vivo interesse per botanici e non.

La zona sud dell’isola invece, è caratterizzata dal profilo delle coltivazioni di canna da zucchero e delle enormi piantagioni, che potremo visitare.

All’interno il territorio è costellato di laghi, fiumi, torrenti, cascate e bacini idrici.
La barriera corallina in questo punto si assottiglia e quindi la costa è più frastagliata che al nord, con un aspetto più aspro e selvaggio.
La presenza di numerosi siti di interesse storico rende questa regione particolarmente attraente a chi come noi è amante dell’escursionismo.

La costa orientale fu occupata per la prima volta dagli olandesi verso la fine del XVI secolo.
Ora, ai villaggi di pescatori e alla coltivazione di canna da zucchero, si è affiancato un notevole sviluppo di turismo d’elitè, favorito dall’isolamento e dalla tranquillità delle meravigliose spiagge: la barriera corallina forma lagune dai colori spettacolari su cui si affacciano gli splendidi hotel e resort per cui questa costa è famosa.

La regione occidentale è caratterizzata dai rilievi montuosi di Moka e della Chaine de Grand Port, che accompagnano da nord a sud il profilo di questa costa.
Il territorio è attraversato da numerosi fiumi, come la Grand e Rivière Noire, e i dislivelli morfologici creano dei salti d’acqua imponenti, come le bellissime cascate del Tamarin.

Meno sviluppata turisticamente, ma non per questo meno affascinante, è l’ideale per gli amanti di pace e tranquillità.
La presenza quasi costante di vento garantisce uscite di sicuro divertimento agli amanti di windsurf e vela.
Famosa per lo splendido oceano, per le lagune, e i tramonti tinti di rosa, l’isola di Mauritius sa offrire in realtà anche splendidi spettacoli naturali e architettonici lontano dal candore delle spiagge.
Foreste, parchi naturali, riserve, piccoli centri e antiche residenze, meritano un’attenta visita per un viaggio a cavallo tra la storia coloniale e una natura incontaminata.

UN BICCHIERE DI RUM IN PARADISO

Quando arriveremo sulla prestigiosa isola di Mauritius, gioiello di ospitalità ed eleganza, proteso sull’Oceano Indiano, conosceremo il significato delle parole relax e piacere, specie ora che potremo goderci una nuova ed allettante attrattiva.
In questo paradiso esotico, in cui dominano scenari da favola che sembrano quasi essere disegnati con tanta grazia da risultare surreali, ci immergeremo in atmosfere suggestive e tipiche.
Avremo di che sbizzarrirci, oltre ed al di là di spiagge incantate e acque turchine, avremo tempo per sorseggiare del delizioso rum, bevanda tipica di questa terra.
Una varietà infinita, gusti e sapori che s’intrecciano tra loro, si alterneranno per arrivare a confonderci…
Noi, tra luci soffuse e profumo di mare, ci dedicheremo ai loro aromi, accompagnandoli con sfiziosi e delicati stuzzichini ispirati alla tradizione culinaria locale.
Accostamenti perfetti per momenti ideali, gocce di rum accanto a polpettine di piselli e peperoncino, il “Gateau Piment”, oppure ai gustosi e croccanti “Samosa” ripieni di bontà, ed infine allo strabiliante piatto nazionale, il “Dholl puri”.
Sentirci a casa, accolti da un’atmosfera calda e intima di Mauritius, sarà ciò che ci accadrà.

Ci lasceremo andare senza pensieri, dimenticando ogni preoccupazione… trasportati dolcemente in un sogno, a vele sciolte, davanti a un distillato pregiato, mentre la sera si riempirà di gusto e note melodiose dell’oceano.

INNAMORARSI DI DUE BIONDE

Bionde, frizzanti, dal sapore vivace ed esotico e si chiamano Phoenix e Blue Marlin.. una volta che le conosceremo, non potremo più dimenticarle.
Sono i due tipi di birra che vengono prodotte qui a Mauritius.
Introvabili e uniche nel loro genere, non potremo trovarle altrove, perchè le loro origini nascono qui tra gli atolli dell’oceano indiano.
Poco importa se preferisci le scure o le ambrate, queste bevande riempiranno il nostro gusto in materia di birra per portarlo lontano in un universo di sapori decisi.

Le potremo provare accompagnate da deliziosi snack mauritiani, come le tradizionali patatine di platino, comodamente rilassati sulla sdraio in riva al mare al fresco delle palme tropicali.
Apprezzate dai locali, non smettono di intrattenere anche i momenti di pausa di chi fa visita da queste parti. Fresche e leggere fanno parte delle birre da collezione che se poteremo a casa ci faranno evocare le sensazioni sublimi vissute qui.
Inutile provare a trovare eguali, solo a Mauritius puoi gustarle al meglio.
Quindi, l’unica cosa che dovremo fare, sarà preparare la nostra valigia, partire e innamoraci!

IN CUCINA CON LA NONNA MAURITIANA

Qual è il modo migliore per conoscere a fondo la cucina tradizionale di Mauritius, miscuglio di gusti e sapori di diversa provenienza legati alla complessa storia dell’isola, se non quella di degustare una cena preparata direttamente dalle abili mani di una del posto?
Questa occasione unica ci sarà offerta quando arriveremo presso il prestigioso Hotel Shanti Maurice, lieto di invitarci a cena dalla Nonna di uno dei membri del suo staff!

Prima della degustazione faremo un giro con la coriacea Signora in un mercato locale per acquistare gli ingredienti più genuini, per poi recarci insieme ai nostri compagni ai fornelli, dove scopriremo i segreti della sua cucina e del suo piatto forte: un tenerissimo arrosto di agnello insaporito da cannella, salsa di soia e zenzero.
Una volta che il pasto sarà pronto, ci siederemo al tavolo per assaggiare le squisite pietanze alla cui preparazione avremo noi stessi, con grande soddisfazione, contribuito, in un clima reso gioviale e conviviale dai racconti pieni di aneddoti della Nonna che ripercorrerà episodi della sua vita, coloriti come solo il folklore e la tradizone di Mauritius sanno esserlo!
A completare l’esperienza riceveremo un libro di ricetto per ricreare questi magnifici piatti al nostro ritorno a casa, quando la nostalgia per l’isola e la simpatia affabile della Nonna, ci vorranno far tornare, anche solo assaggiando un piatto, in viaggio di nozze!

L’IPPODROMO PIU’ ANTICO DELL’EMISFERO SUD

Ricorreva l’anno 1812, esattamente il 25 giugno, quando venne organizzata la prima corsa ufficiale presso l’ippodromo Champ de Mars di Port Louis a Mauritius.
Anche se non siamo sfegatati di gare equine, ma semplicemente ci piace osservare la mondanità da spalto degli ippodromi, fatta di signore eleganti con buffi cappellini e uomini aggrappati a binocoli pronti a esultare o ricadere abbattuti sulla propria sedia imprecando, l’ippododromo Champ de Mars farà per noi!

Potremo assistere alle corse del Crown Lodge in prima fila!

LE CANNONIER

Alloggeremo a “Le Cannonier”, situato a nord di una penisola storica, protetta da alcune insenature.
Si trova a poca distanza da Grand Baie, a 75 km dall’aeroporto e 25 km da Port Louis.

L’Hotel, pervaso dall’autentica atmosfera Mauriziana, dall’alto del suo ‘promontorio’ avvista le isole del nord e si affaccia sul turchese dell’Oceano Indiano, su lussureggianti giardini punteggiati da piscine con cascate e insenature appartate.
Testimonianze dei trascorsi storici dell’isola sono lo splendido faro e i resti della fortezza che si fondono nel verde tropicale..

Articoli Correlati

Simona & Stefano Fumagalli
Simona & Stefano
  Conclusi i festeggiamenti prenderemo la nostra Isotta e insieme partiremo alla volta della penisola iberica per un indimenticabile road trip attraverso storia, paesaggi, cultura, natura, architettura, folklore, tradizione, gusto e...
Erica & Angelo
Data delle nozze: 01 Giugno 2019 Destinazione: Fly & Drive Parchi + Florida   Il nostro viaggio di nozze inizierà a bordo di un fantastico American Airlines che ci porterà...
Aurora & Luca
Giappone + Borneo Ci imbarcheremo a bordo del nuovissimo Boeing 787 di Air France che, dopo un piccolo scalo nella Ville Lumiere, ci porterà fino al Kansai, l'aeroporto internazionale di...