+39 0362 245588   info@palmerviaggi.it
Seguici sui Nostri Social:  

Aurora & Luca

Giappone + Borneo

Ci imbarcheremo a bordo del nuovissimo Boeing 787 di Air France che, dopo un piccolo scalo nella Ville Lumiere, ci porterà fino al Kansai, l’aeroporto internazionale di Osaka.

 

 

Osaka

Night view of Osaka from Cosmo tower

Tra il chiaro e lo scuro della notte, la baia di Osaka sembrerà proprio essere il ritratto di uno scrigno colmo di gioielli dai bagliori sfavillanti riflessi nello specchio di profonde acque marine. Un tesoro nascosto, o un forziere seppellito, da caldi lembi di terra che lo abbracciano per garantirgli un sicuro rifugio. Giunti qui, anche noi lasceremo che queste stringhe di costa ci avvolgano proteggendoci dai venti di salsedine che si abbattono sul suo grande porto. Moderni galeoni hanno finito per prendere il posto di antichi vascelli che un tempo regalavano sorprendenti arrivi. Saranno tutti lì, ormeggiati lungo i pontili seguendo il dolce moto delle onde, aspettando che qualcuno ricordi le gesta dei loro antenati. Di cose da fare ne avremo tante, tra fiorenti negozi e sfiziosi ristoranti, ma ciò che preferiremo sarà goderci un malinconico scenario ai bordi dell’oceano che ci racconterà la storia di questo fantastico luogo. Faticheremo ad immaginarlo com’era una volta, abbellito dal legno delle barche consumate dalla fame delle correnti e rinvigorito dal brusio di venditori già dalle prime ore del mattino. Ora non resta che il ricordo di ciò che fu, davanti al quale noi staremo, un’immagine cambiata nell’aspetto ma fedele alla tradizione. La baia di Osaka, grande centro del commercio che tende al domani ma mai si dimentica del suo ieri.

 

Monte Koya

Okunoin Cemetery at Mount Koya

Il Monte Koya, Koya-san, è il più famoso eremo buddista del Giappone con oltre 110 templi e una popolazione di 7000 monaci.

 

Kyoto

Gion district, Kyoto

Gion District, Kyoto

Kyoto, capitale dell’Impero Nipponico per oltre un millenno, è divenuta nel corso di questi secoli la culla di gran parte di tutto ciò che il paese ha prodotto di più elaborato nel campo delle arti, della cultura, della religione o delle idee.

Un Profondo Senso Di Pace
Saliremo la vetta, arriveremo in alto, lì dove a Kyoto si trova uno dei templi più belli e suggestivi della città: il Kiyomizu. Quando arriveremo qui dovremo imporci una sola regola: lasciare fuori tutto ciò che ci stressa, che ci mette ansia, o che ci innervosisce e aprire il nostro spirito all’ascolto e alla ricezione. Sarà così che, scoprendo le stanze di questo luogo sacro, verremo avvolti come in un abbraccio dall’atmosfera unica e particolare che regna in ogni dove intorno a noi. Dimenticheremo la frenesia della città, il volto più moderno e futuristico del Giappone e i simboli della sua contemporaneità che per un attimo si faranno da parte, lasciandoci il tempo e il modo di conoscere questo angolo di mondo da un punto di vista nuovo e diverso: quello del rapporto con la divinità, con la dimensione più spirituale dell’essere. Conosceremo la storia della costruzione del tempio, i suoi rituali e le sue usanze. Intorno a noi ci sarà solo la sua architettura, il bosco e la bellissima Kyoto. Un passo dopo l’altro, immerso nell’atmosfera del Kiyomizu Dera, sentiremo scemare tutto ciò che ogni giorno obnubila i nostrii pensieri da una necessità pura e primordiale: quella di ritrovare, in un luogo così, un profondo e avvolgente senso di pace.

Cerimonia Del Tè
Ci siamo persi? Rimettiamoci in carreggiata, seguiamo la via del tè e ritroviamo noi stessi! Dovremo solo infilarci in una di quelle graziose casupole in legno immerse nel verde che paiono essere uscite da un libro di fiabe. Ma niente fantasia da queste parti, se è vero che nella Terra del Sol Levante ogni cosa è possibile e corrisponde a realtà, sarà tutto vero quindi quando ci siederemo nelle tipiche sale allestite d’essenziale per gustarci questa tradizionale bevanda giapponese. Avrà così inizio la leggendaria cerimonia di cui tanto abbiamo sentito parlare, ma che mai avremmo potuto credere essere così. Pochi istanti e tutto nella sala calerà in un rispettoso silenzio, spezzato solo dai suoni della natura fuori e dal tintinnio delle tazzine unite le une alle altre. Lo storico infuso dal sapore deciso ci verrà preparato direttamente sotto ai nostri occhi, i quali seguiranno con ammirazione ogni passaggio fino al momento in cui lo vedremo sgorgare da una teiera come una calda sorgente. E mentre gli aromi si sprigioneranno nell’aria quasi fossero incenso, no ce ne staremo lì a sorseggiare la sua essenza intima. Intramontabile bevanda e protagonista dei migliori momenti della vita di ogni giapponese, ben presto entrerà a far parte anche della nostra.

Sake
Secondo qualsiasi tradizione che si rispetti, non consumarlo dopo i pasti. Riserviamoci di accompagnarlo con sfiziosi spuntini che ci concederemo durante le nostre giornate. Seguiamo i rituali e degustiamo la sua essenza intima, il sake giapponese sarà un toccasana per mente e anima. Lo berremo tiepido stando attenti a non commettere errori, piccole accortezze che renderanno profondamente catartico un semplice momento. Ma ancor prima di lasciarci andare al suo gusto, dovremo passare in rassegna le migliori distillerie qui nei dintorni della città. Piccole botteghe storiche che fanno delle sue tecniche di preparazione una vera e propria arte secolare. Metodi di produzione che sfidano la memoria e gli anni e si sono conservati nel tempo, insieme al suo gusto autentico ed essenziale. Assistere ai retroscena, capire i passaggi della sua lavorazione, per infine cadere tra le sue gocce di sapore sarà un’esperienza arricchente oltre che sublime per i suoi gusti. Il vero sake giapponese, unico ed inimitabile, lo avremo scovato qui e nulla più potrà essere come prima. Farne a meno sarà cosa impossibile per noi che ci saremo fatti incantare dal suo aroma da leggenda.

Nishiki Market
Il Nishiki Market, sprannoniminato “Dispensa di Kyoto” è considerato parte integrante e imprescindibile della città dai suoi abitanti
Si trova nel cuore pulsante di Kyoto ed è un luogo molto particolare: potremo infatti ammirare un ambiente sospeso tra l’amore per la tradizione e il gusto della modernità, tra atmosfere lente e antiche e ambienti cosmopoliti e frettolosi.
Qui potremo trovare di tutto, da prodotti alimentari a pezzi di artigianato locale, a souvenir per i turisti: questo è il posto dove si unisce la cultura giapponese al mondo odierno, grazie alla presenza di negozi moderni e al passo con i tempi e botteghe invece più piccole, spesso a conduzione familiare e tramandate di generazione in generazione, gestiti dal commerciante storico vestito con gli abiti tradizionali giapponesi.

 

Nara

Parco dei Cervi, Nara

Parco dei Cervi, Nara

Prenderemo un treno JR che in circa 53”ci condurrà alla cittadina di Nara, fondata nel 710 dall’Imperatrice Genmei come capitale permanente del suo regno fino al 794, quando fu trasferita a Kyoto.
Visiteremo il Tempio Todai-ji, celebre per il gigantesco Buddha di bronzo, il Daibutsu (Grande Buddha), il Santuario Kasuga e l’affascinante Parco di Nara realizzato nel 1880, casa di più di 1200 cervi, animali che prima dell’avvento del buddhismo erano considerati i messaggeri degli dei, oggi sono considerati Tesoro.

 

Takayama

Sanmachi Suji, Takayama

Ci sposteremo a Takayama, un antico borgo feudale noto per le sue vecchie case di legno, allineate e uniformi in altezza, che conferiscono alle strade un aspetto di ordine e bellezza.

Esploreremo il centro della città vecchia, un luogo vivace e pittoresco con le sue tre principali vie strette e piene di negozi di oggetti tradizionali, di botteghe artigiane, osterie e birrerie (contraddistinte da una palla di aghi di cedro penzolante all’esterno) e anche molti ristoranti che offrono specialità locali o negozi di antiquariato specializzati in arti popolari antiche.

In tutto il quartiere sono presenti numerosi piccoli musei, ospitati in edifici tanto interessanti da visitare quanto le mostre stesse.

 

Shirakawago

Gassho-zukuri minka-en, Villaggio di Shirakawa

Da Takayama raggiungeremo Shirakawago, un piccolissimo villaggio tra le montagne, famoso per il Gassho-zukuri minka-en, case contadine tradizionali con tetti in paglia (gassho “mani giunte in preghiera” dalla forma delle falde del tetto).

Shirakawago è stato dichiarato Patrimonio Mondiale dell’Umanità dall’UNESCO nel 1995.

Visiteremo il Museo Myozenji in cui sono esposti vari cimeli di uso quotidiano tipici del folclore giapponese e l’antica residenza della famiglia Toyama.

 

Kanazawa

Nagamachi - Samurai District, Kanazawa

Nagamachi – Samurai District, Kanazawa

La storia di Kanazawa si ammanta di leggenda quando si cerca di spiegare l’etimologia di questo toponimo. Vecchi racconti narrano che un contadino, Imohori Togoro, lavò delle patate in un piccolo corso d’acqua e da queste cadde della polvere d’oro da cui appunto ne deriverebbe il nome Kanazawa, alla lettera “palude d’oro“. Vi sono poi altre teorie che riconducono il toponimo al vecchio nome del magnificente giardino, celebre in tutto il mondo, oggi conosciuto come giardino di Kenrokuen che, in passato, si chiamava Kanazawa-go oppure Kanazawanosho.

Visitando questa città ci sembrerà di rivivere un passato storico ricco di fascino dove geisha, samurai e ninja si muovono in uno scenario pittoresco, grazie al fatto che nessuna guerra è mai riuscita a scalfire il ricchissimo patrimonio storico-culturale di Kanazawa. Case storiche, monumenti, preziosi giardini, sono pervenuti fino a noi, così come le tradizioni culturali e artigianali che continuano ad affascinare i turisti.
Non è da meno il contesto naturale in cui sorge la città, piccola perla tra i fiumi Saigawa e Asanogawa. In perfetto equilibrio tra mare e montagna, Kanazawa, che conta circa 460 mila abitanti, sorge al centro della costa settentrionale dell’isola di Honshu, la più grande delle isole dell’arcipelago giapponese.
La cornice è quella delle spettacolari Alpi giapponesi, una catena montuosa imponente le cui vette si elevano fino a 3 mila metri di altitudine, un vero paradiso per gli amanti delle arrampicate. Particolarmente suggestiva sarà la loro vista lungo il tragitto che in treno collega Kyoto a Kanazawa.

 

Yudanaka Onsen

Jigokudani Snow Monkeys Park, Yamanouchi

Jigokudani Snow Monkeys Park, Yamanouchi

Visiteremo il Parco delle Scimmie di Jigokudani, dove i primati si spruzzano nelle fonti di acqua calda al centro della foresta.

 

Tokyo

Shinjuku, Tokyo

Shinjuku, Tokyo

Ultima tappa del nostro viaggio Giapponese, Tokyo, la capitale dai mille volti, la città cosmopolita fulcro culturale, politico ed economico del Giappone, visitata ogni anno da turisti provenienti da ogni parte del mondo attratti dalla vivace energia di quartieri come Shinjuku, Shibuya, Harajuku, Roppongi e Odaiba.
Qui è dove nascono le tendenze più all’avanguardia e dove vengono inaugurati sempre nuovi locali e strutture che ogni volta riescono a stupire i visitatori.
Con i suoi numerosi musei e gallerie, la città soddisfa appieno anche gli amanti dell’arte, e per chi vuole godersi un indimenticabile panorama notturno, ci sono i grattaceli che offrono una vista magnifica.
Fare shopping, gustare nuovi sapori, venire a contatto con le novità più insolite: a Tokyo si può fare tutto questo e molto altro, a seconda degli interessi, della compagnia e dell’ispirazione del momento.

Saranno tutte esperienze uniche!
Vi si può perfino godere la natura…
E ancora mare, montagna, fiumi, laghi, valli e tantissimi parchi: a Tokyo si può ammirare anche la natura e praticare sport all’aperto, fare escursioni, andare in campeggio o a pescare…
La spiaggia artificiale di Odaiba, il monte Takao noto per il senso di spiritualità che si respira, il fiume Sumidagawa che attraversa le zone dove la tradizione è più viva, il lago Shinobazu no ike a Ueno e poi la piccola valle Todoroki Keikoku sono tra i luoghi più rinomati.
Poi ci sono i parchi, ricchi di verde e di fiori in ogni stagione, e gli arcipelaghi di Izu e Ogasawara, quest’ultimo riconosciuto dall’Unesco come patrimonio naturale dell’umanità, dove ci si può dedicare agli sport acquatici e vedere delfini e balene che nuotano in branco.

Tutta la tecnologia del Giappone, a portata di mano…
I quartieri dalle colorate luci al neon sono uno dei tanti aspetti tipici di Tokyo e Akihabara, dove si trova il meglio dell’elettronica, è il luogo ideale per gli appassionati del settore e per chi vuol fare acquisti.
Una delle numerose attrattive della città è la possibilità di vedere e toccare con mano i prodotti tecnologici più innovativi che le più importanti case produttrici a livello mondiale, ad esempio Honda e Sony, presentano nei loro showroom.
Al museo Miraikan, di cui l’ex astronauta Mamoru Mori è direttore, si possono osservare da vicino le più recenti innovazioni tecnologiche e scientifiche.
Anche i futuristici Acquabus e Yurikamome, la linea di collegamento su rotaia completamente automatizzata che percorre Odaiba, non sono che esempi di nuovissime tecnologie nella vita di tutti i giorni.

Dove il passato vive nel presente…
A Tokyo ci si può lasciare travolgere dall’entusiasmo durante il Sanjamatsuri o il Kandamatsuri, due tra le grandi feste religiose locali più importanti del Giappone, o scoprire l’atmosfera di quartieri popolari che, come Asakusa o Shibamata, conservano l’impronta della tradizione.
Anche l’architettura di edifici come i teatri Kabikiza e Nogakudo testimonia il passato, mentre le costruzioni adibite a sala de tè nei giardini Hamarikyu e Rikugien sono un invito a immergersi nella cultura della cerimonia del tè.

Stampe ukiyoe, oggetti in vetro intagliato Edo kiriko o in argento…
Tokyo è anche la città degli artigiani le cui creazioni sono esposte presso il centro Japan Traditional Crafts Aoyama Square il Japan Folk Crafts Museum.
La tradizione si esprime anche attraverso l’arte culinaria: sapori assolutamente da gustare.

 

E’ arrivato il momento di volare verso la Malesia: Sayonara!

 

Borneo Malese

Malaysian Borneo

Malaysian Borneo

Abbiamo scelto il Borneo  per le spiagge e per l’antica foresta tropicale ricca di specie, tra cui animali selvaggi come gli orangotanghi e i leopardi nebulosi.

Ci immergeremo in questa natura incontaminata per qualche giorno..

 

Kuala Lumpur 

Kuala Lumpur, Malaysia

Kuala Lumpur, Malaysia

E per non farci mancare nulla, Mini-Tappa nella Capitale prima di rientrare in Italia!

 

 

Per chi volesse contribuire ma non ha la possibilità di passare in agenzia, è possibile fare un bonifico sul c/c intestato a:

Stralis Sas di Capizzi Laura & C
IBAN IT97 C084 4033 1500 0000 0062 261
Banca BCC di Carate Brianza – fil. Giussano –
Causale: Lista Nozze Aurora & Luca

Articoli Correlati

Simona & Stefano Fumagalli
Simona & Stefano
  Conclusi i festeggiamenti prenderemo la nostra Isotta e insieme partiremo alla volta della penisola iberica per un indimenticabile road trip attraverso storia, paesaggi, cultura, natura, architettura, folklore, tradizione, gusto e...
Erica & Angelo
Data delle nozze: 01 Giugno 2019 Destinazione: Fly & Drive Parchi + Florida   Il nostro viaggio di nozze inizierà a bordo di un fantastico American Airlines che ci porterà...
Nozze Laura & Massimo
Laura & Massimo
Giappone + Fiji    Il nostro Viaggio di Nozze inizierà a bordo di un "Bestione" della Cathay Pacific che ci porterà fino al Kansai, l’Aeroporto Internazionale di Osaka. Dall'aeroporto in...